Delta Sele-Zinc

Delta Sele-Zinc

21,95

Categoria:

Descrizione prodotto

CONFEZIONE:

In vetro da 60 capsule.

PRECAUZIONI D’UTILIZZO:

Le integrazioni di zinco e selenio non presentano una tossicità di rilievo alle dosi generalmente raccomandate, ma un dosaggio troppo elevato annulla i suoi effetti benefici e sarebbe contro indicato in particolare nei soggetti affetti di diabete di tipo 2.

L’integrazione di selenio è sconsigliata nelle persone che soffrono di gotta.

INGREDIENTI:

Agente di carica: Cellulosa microcristallina; Astragalo (Astragalus membranaceus, Bung.), radice estratto secco titolato in 16% polisaccaridi, Capsula: Idrossipropilmetilcellulosa; Zinco gluconato, Selenio L-Metionina, Agenti antiagglomeranti: Biossido di silicio, Magnesio stearato vegetale.

Aggiornato al 26/06/2018

QUAL’E’ IL RUOLO DEI SUOI COSTITUENTI:

  • Combattere l’invecchiamento
  • Contrastare la fragilità immunitaria batterica e virale
  • Combattere le dermatosi
  • Regolarizzazione dell’equilibrio acido-basico
  • Prevenzione di malattie
  • Combattere le malattie infantili infettive e virali
  • Sostegno nella convalescenza postoperatoria
  • Calcificazione delle fratture
  • Rigenerazione dei tessuti connettivi (cartilagine)
  • Contrastare l’impotenza.

Il Selenio è un antiossidante indispensabile perché consente all’organismo di produrre uno degli enzimi più importanti nelle difese anti radicali endogene : il  GLUTATIONE PEROXIDASI. Protegge le membrane cellulari. Possiede proprietà immunostimolanti attraverso il rinforzo delle cellule T, la stimolazione degli antigeni e la restituzione dell’immunocompetenza. Diminuisce la potenza infettiva dei virus. Indispensabile al buon funzionamento della ghiandola tiroidea.

Il selenio può avere un’incidenza sulla diminuzione del 50% in media dei tumori della prostata, del colon e dei polmoni.

Elimina i metalli pesanti: mercurio, piombo, arsenico. Protegge il fegato ed è detossificante.

Il selenio agisce contrastando l’invecchiamento cellulare e quindi utile anche in caso di artrosi.

 Lo Zinco entra nella composizione di un centinaio d’enzimi, ma, soprattutto, è il cofattore fondamentale dei Superoxidismutasi (S.O.D.), enzimi che costituiscono uno dei pilastri delle difese endogene incaricate di lottare contro i radicali liberi.

Una delle strategie degli agenti cellulari del sistema immunitario è quella di utilizzare lo Zinco in piccole dosi per eliminare alcuni batteri (bacillo di Koch o l’E.Coli ad esempio). Lo Zinco regolarizza il metabolismo acidobasico, il metabolismo delle proteine (sviluppo del feto e del bambino), la sintesi dell’insulina. Migliora la cicatrizzazione e le dermatosi (psoriasi). Regolarizza la produzione di spermatozoi. Essenziale al metabolismo cellulare (moltiplicazione cellulare e sintesi dell’ADN), regolarizza lo sviluppo ed il funzionamento del sistema nervoso, in particolare le funzioni ipofisarie.

L’astragale membranaceus è molto ricca in isoflavoni e polisaccaridi dalle proprietà antinfiammatorie e immunostimolanti, rinforzando l’azione del selenio e dello zinco.

 

CONSIGLI DI UTILIZZO:

-2 capsule al giorno negli adulti per un periodo di 15 gg, una al mattino e una alla sera durante il pasto

 -1 capsula al giorno dai 6 ai 14 anni durante 15 gg

-1/2 capsula al giorno dai 2 ai 6 anni.