Delta-C-90cp
Delta C (90...

Delta C (90...

36,95

Categoria:

Descrizione prodotto

Scarica la scheda completa

CONFEZIONE:
In vetro da 90 capsule

PRECAUZIONI D’UTILIZZO:
Questo prodotto non interferisce con nessun farmaco e non ha contro indicazioni di alcun genere. Puo’ essere assunto anche dai bambini, dagli anziani e dalle donne in gravidanza.

INGREDIENTI CARATTERIZZANTI:
VITAMINA C 100% NATURALE

QUAL’E’ IL RUOLO DEI SUOI COSTITUENTI:

L’acido ascorbico o vitamina C, scoperto da Albert von Szent-Györgyi nel 1933 e studiato da Linus Pauling (premio Nobel), interviene in un’infinità di processi biochimici. Dopo più di 50 anni di ricerche, la scienza è tuttavia ancora molto lontana dal conoscere tutte le sue vie metaboliche e l’insieme delle sue azioni e proprietà. Globalmente possiamo dire che preserva l’omeostasi dell’organismo.
Questa parola barbara per alcuni significa l’equilibrio biochimico dell’organismo.
In effetti, l’organismo mantiene, grazie ad una produzione incrementata di acido ascorbico, un equilibrio biochimico che è continuamente disturbato dalle aggressioni tanto numerose quanto varie.

Questo spiega il bisogno importante e costante di vitamina C.

Si consiglia l‘uso per:
- Anti ossidante.
- Prevenzione delle infezioni.
- Protezione dei tessuti e dei vasi sanguigni.
- Protezione contro inquinamento e  tabacco.
- Favorisce l’assorbimento del ferro.
- Mantiene l’equilibrio fisiologico.
- Favorisce  il  tono  generale  e sistema immunitario.
- Indicata nelle infezioni in generale e in particolare virali (produzione di interferone).
- Protegge dalle aggressioni fisiche e chimiche.
- Mobilita i metalli pesanti e facilita la loro escrezione renale a lungo termine.
- Abbassa il colesterolo.
- Migliora l’assunzione del ferro.

- Importante durante e dopo la Chemioterapia.

- Partecipa alla produzione di collagene (Ossa, Cartilagini).
- Ha un’azione favorevole sui disturbi e le malattie cardiovascolari e celebro vascolari, l’artrosi, i reumatismi, l’invecchiamento, l’asma, le allergie, i rigetti dei trapianti, la cataratta, le ulcere, il diabete e alcuni tipi di cancro e di leucemie.

Nella sua formula naturale, l’acido ascorbico non è tossico, anche ad alti dosaggi e per periodi prolungati, si elimina con le urine, questo non avviene nella sua forma sintetica.

La forma sintetica è una copia inesatta della vitamina naturale.
Le loro formule stereochimiche sono leggermente diverse ma questo non basta per ingannare il nostro organismo che, o ignorerà e eliminerà la maggior parte della forma sintetica (da cui si deduce l’inefficacia dei bassi dosaggi), o l’accetterà ma a costo di una certa tossicità (nei forti dosaggi).

Esiste tuttavia un problema: la forma naturale è estremamente instabile.
Viene distrutta dal calore, dal freddo, dalla luce e soprattutto dall’ossigeno dell’aria. Mantenerla stabile è dunque il problema maggiore per la conservazione. C’è lo stesso problema anche per la forma sintetica ma ad un livello inferiore soprattutto in ambienti acidi. Questo vuol dire che le polveri o compresse a contatto dell’aria non hanno più alcun valore dopo qualche giorno. Da cui la necessità di una fabbricazione sotto vuoto ed uno stoccaggio a riparo dall’aria.

L’acido ascorbico è idrosolubile. Questo gli permette di essere rapidamente eliminato dalle urine in caso di sovradosaggio. Si tratta di una vitamina “essenziale” per l’uomo, poiché il suo organismo è incapace di fabbricarla.
Durante l’Evoluzione un incidente ha reso qualche rara specie, di cui l’uomo, dipendente da un apporto esterno di questa sostanza vitale privandolo di un enzima necessario alla sua elaborazione: la gulanolactone-oxydasi.
Ogni aggressione chimica, fisica, biologica utilizza un sovrappiù di vitamina C.
E’ indispensabile in particolare alla formazione dell’adrenalina e della noradrenalina, ormoni che servono alla mobilizzazione rapida di energia in caso di allerta. Quando siamo sottoposti a stress il nostro organismo provoca una secrezione acuta di ormoni steroidei nella corticosurrenale e contestualmente un crollo del tasso di colesterolo e di acido ascorbico nel tessuto surrenale.
Questo dimostra che la vitamina C è direttamente coinvolta nella sintesi degli ormoni steroidei a partire dal colesterolo.
Per questa ragione, è d’obbligo per l’uomo consumare regolarmente forti dosi di vitamina C.

CONSIGLI DI UTILIZZO:
Da 2 a 4 capsule al giorno in cure semi continuative a seconda del ritmo di vita o dei rischi di inquinamento e di patologie.

Durante i periodi di stress intenso la dose può arrivare a 6 capsule per brevi periodi.

Durante la chemioterapia: 3 capsule al giorno

Associazioni consigliate: Glutatione, vitamine A, B, E, minerali (Delta A, B, E, Biocean).

CONTROINDICAZIONI:
la Vitamina C naturale di VITA COMPLEX non ha alcuna controindicazione.

la Vitamina C sintetica invece: (problemi al ritmo cardiaco, problemi digestivi, cefalee). Distrutta dal caffé, dal cortisone, dall’ossigeno dell’aria, dal calore (cottura), dall’acqua e dal freddo (congelamento).

BASI SCIENTIFICHE - BIBLIOGRAFIA:

• Corson, Pierre Dr: "Les Indications therapeutiques Vitamine C", Medecines Nouvelles 4e trimestre 1995
Corson, Pierre Dr : "Notre ange gardien : la vitamine C"
Pauling, Linus: "Abusez des Vitamines", 1981
Perruchon, Philippe: http://www.natura-clairvi.com "Les Bienfaits de la Vitamine C"
Souccar, Thierry & Curtay, J-Paul Dr: "Le nouveau guide des vitamines" 2000.
Anderson, T.W. et al. Vitamine C and the common cold : double blind trial. Can. Med. Assoc. J. 107:503-508, 1972.
Anderson, T.W. Large scale trials of vitamin C in the prevention and treatment of colds. ACTA Vitaminologica et Enzymologica. 28-99-100, 1974.
Anderson, T.W. et al. The effects on Win-ter Illness of Large Doses of Vitamin C. J. Can. Med. Assn., Ill, 31-36, 1974.
Anderson, T.W. et al. Winier Illness and Vitamin C: The Effect of relatively Low Doses. J. Can. Med. Assn., 112, 823-26, 1975.
Barboriak, J.J. The megadose vitamin con-iroversy. Drug Therapy. May 1974.
Bates, C.J. et al. HDL-Cholesterol and Vitamin C Stalus. Lancet, 3, 611, 1977.
Cameron, E., Campbell, A. The Orthomole-kular Treatment of Cancer IL Clinical Trial of high Dose Ascorbic acid Supplements in advanced human Cancers Chemico-Biol. Interaction 9, 285-315.
Cameron, E. et al. The Orthomolekular Treaiment of Cancer III. Reticulum Cell Sarkome: Double Complete Regression Induced by high-dose Ascorbic Acid
Cameron, E., Pauling, L. Ascorbic Acid and GI - vcosamino-gIvcans: An orthomolecular approach to Cancer and other Diseases, Oncology. 27, 181-92, 1973.
Cameron, E., Pauling, L. The orthomolecular Treatment of Cancer: I. The role of ascorbic acid in host resistance. Chemico-Biol., Interactions, 9, 273-83, 1974.
Cameron, E., Pauling, L. Supplemental Ascorbale in the supportive Treatment of Cancer. Proc. of' the Nat. Acad. of Sei., USA, 73, 3685-89, 1976.
Cameron, E., Pauling, L. Vitamin C and Cancer. J. Environm. studies, 10, 303-5, 1977. Cinter, E. Science 179, 702-704, 1973.
Coulehan, J.L. et al. Vitamin C Propliv-laxis in a Boarding School. New Eng. J_ of Med., 2906-10, 1974.
Grandon, J.H. et al. Experimenial humait scurvy. New Eng. J. Med. 223-353, 1940.
Ginter, E. The Role of Ascorbic acid in Cholesterol Catabolism and Atherogenesis. Slovak Academy of Sei., Bratislava, 1975.
Hawkins, D., Pauling, L. Orthomolekular PsYchiatry, Freeman & Co, San Francisco, 1973.
Krumdieck, C., Butterworth, G.E. Ascorbat-Cholesterol-Lecithin Interactions : factors of potential importance in the patho genesis of a the roscle rosis, Am. J. of Clin. Nutr., 27, 866-76, 1974.
McCurdy, P. and Dern, R. Some therapeu-tic implications of ferrous sulfateascorbic acid mixtures. Amer. J. Clin. Nut. 21, 284-288, 1968.
Mason and Rivers. Plasma ascorbic acid levels in pregnancy. Amer. J. Obs. and Gyn., 1971.
Milne, J.S. Leucocyte ascorbic acid levels and vitamin C intake in older people. Br. Med. J. 4, 383- 386, 1971.
Murata, A. Virucidal Activity of Vitamin C for Prevention and Treainiew, of Viral Diseases. Proceedings of the lirst Intersec-tional Congress of Microbiol. Societics, Science Council of Japan, 3, 432-42, 1975.
Newmark et al. Stability of Vitarnin B 12 in the presence of ascorbic acid, Am. J. of Clin. Nutr., 29,
645-49, 1976.
Pauling, L. Are recommended Dail ' v Alloyances for Vilamin C Adequale ? Proccedings of' the Nat. Acad. of' Sci. USA, 71, 4442-46, 1974.
Pauling, L. Vitamin C and the comnion cold. New York: Bantam Books, 1970.
Pfeiffer, C., Goldstein, H., Murphree, H. and Nichols, R. A crifical survey of possible biochemical stimulants. Psychopharmacology, 1968.
Rivers, J. and Devine, M. Plasma ascorbic acid concentrations and oral contraceptives. Amer J. Clin. Nutr. 25, 684, 1972.
Schwerdt, P.R., Schwerdt, C.E. Effect of Ascorbic Acid on Rhinovirus Replicalion in WI-38 Cells. Proceedings of the Soc. for Exp. Biol. and Med., 148, 1237-43, 1975.
Yonemoto et al. Enhanced, Blaslogenesis by oral Ascorbic Acid. Ain. Soc. of' Clin. Oncologists, p. 28, 1976.
Philippe Lagarde - Guide d’utilisation des vitamines – Ed. Favre