Nuovi farmaci rivoluzionano il trattamento dell’epatite C

Nuovi farmaci rivoluzionano il trattamento dell'epatite C

L'infezione da virus dell'epatite C, a differenza dell'HIV, è curabile. Tuttavia, è sempre stato difficile da trattare, con effetti collaterali spiacevoli e le percentuali di successo variabili a seconda del genotipo HCV coinvolto. Le prospettive di un trattamento curativo sono recentemente migliorate con lo sviluppo di nuovi tipi di farmaci per l'epatite C che funzionano direttamente contro il virus.

Heiner Wedemeyer della scuola di Medicina di Hannover in Germania ha descritto i nuovi farmaci come "una sfida all'ordine stabilito".

I primi AAD usati, Boceprevir (Victrelis) e Telaprévir (Incivo o Incivek), devono sempre essere usati in combinazione con interferone peghilato e ribavirina, il precedente trattamento standard. Essi possono ridurre la durata del trattamento e aumentare il tasso di guarigione, ma hanno: i loro effetti collaterali, un dosaggio complicato e potenziali interazioni con altri farmaci.

I farmaci per l'epatite C in fase di sviluppo sono più facili da assumere e meglio tollerati e i tassi di guarigione più alti. L'obiettivo finale è quello di sviluppare un trattamento per l'epatite C senza interferone peghilato, evitando così gli effetti collaterali di questo farmaco e le iniezioni necessarie per la sua somministrazione.

Si prevede che questi nuovi trattamenti aumenteranno significativamente il numero di persone che possono tollerare il trattamento dell'epatite C, che faranno aumentare il tasso di guarigione e che faranno ridurre il numero di persone che finiscono per sviluppare gravi malattie e disturbi del fegato.

Dovrebbero anche ridurre il tasso di trasmissione dell'epatite C.

Come con i farmaci anti-HIV, i trattamenti per l'epatite C rientrano in diverse "classi" e questi nuovi farmaci agiscono attaccando l'HCV in diverse fasi del suo ciclo di vita. I trattamenti senza interferone dovrebbero, come il trattamento anti-HIV, essere assunti in combinazione con altri farmaci di classi diverse. I nuovi trattamenti sono molto meno complicati da prendere, di solito una volta al giorno, e  meglio tollerati.

Sebbene i risultati dei test, in particolare per alcuni di questi nuovi farmaci, siano promettenti, ci sono ancora sfide da affrontare. I tassi di guarigione sono ancora bassi in alcuni gruppi di pazienti, che vanno in base al loro genotipo e al precedente danno epatico. Le interazioni farmacologiche possono causare difficoltà. Inoltre, il costo potrebbe essere un ostacolo. Mr. Wedemeyer avverte che i medici dovranno combattere per consentire a quante più persone possibile di accedere a questi trattamenti.

 Source: Wedemeyer H Hepatitis C treatment – the revolution. 14th European AIDS Conference, Brussels, plenary PL1, 2013.

PUBBLICITÀ

carenze-alimentari-bambini-160x125

a maggior parte dei bambini non mangia frutta e verdura nella giusta quantità. Questo inevitabilmente porta a delle carenze alimentari di minerali e vitamine. In particolare la Vitamina A, la C, la E  e i minerali (Biocean hypertonico ).  Da questa osservazione nasce l'esigenza di integrare queste carenze alimentari per mantenere l'organismo forte e in salute, pronto per affrontare le sfide di ogni giorno. L'aggiunta di Alfa Sulfur permette di mantenere pulito il fegato soprattutto se il bambino ha subito qualche trattamento tipo antibiotici o vaccini.

images

I commenti sono chiusi